Stalking

Cosa  è lo Stalking e lo Stalking come fenomeno sociale

Lo stalking rientra negli atti persecutori e molestie assillanti. Rappresenta una delle tante espressioni con cui si è evoluta l’aggressività; va visto quindi non più come mero comportamento psicologico-individuale, ma sociale. Nella nostra società si è alzata la soglia di tolleranza dell’aggressività e quelli che un tempo venivano considerati comportamenti aggressivi ora rientrano nella normalità. Purtroppo la mancata osservazione delle regole morali di educazione sta dilagando soprattutto fra i giovani. Ne sanno qualcosa gli insegnanti di scuola di ogni ordine e grado.
Da alcune ricerche sembra che siano responsabili di ciò i cambiamenti negli stili educativi che sono iniziati intorno agli anni settanta. Lo stile autoritario, che era in voga prima, è entrato in disuso e si è cominciato a diffondere lo stile educativo basato sul permessivismo. Un episodio che illustra al meglio questo fenomeno è il seguente: una ragazzina di tredici anni ha chiamato i carabinieri perché suo padre le ha chiesto di aiutare la madre nei lavori domestici.
Uno stalker famoso è stato Don Rodrigo così ampiamente citato nei Promessi Sposi di Alessandro Manzoni. Comunque oggigiorno la maggioranza degli episodi in cui si esplicita non fanno notizia e vengono ignorati dalla massa: nei fatti, molti sono stati vittime o autori di stalking.Questo fenomeno appartiene a tutta la sfera sociale, da quella familiare a quella affettiva in generale, a quella lavorativa, per finire alle occasionali frequentazioni o anche solo agli incontri fortuiti. A cosa è dovuto tutto ciò? Ai cambiamenti avvenuti nella famiglia e nei ruoli sessuali nel dopoguerra che non sono stati sostenuti da un’adeguata preparazione culturale.
La donna è diventata indipendente dal punto di vista lavorativo e sessuale mettendo in crisi il vecchio rapporto tra uomo e donna. Nel 1970 la legge sul divorzio Fortuna – Baslini ha creato nuovi tipi di famiglie monoparentali, di fatto allargate. E’ mancata un’educazione all’autostima, all’ affettività ed emotività, alla sessualità e alla gestione della rabbia e dei conflitti.Sarebbe importante favorire l’apprendimento di questa educazione già a partire dalla Scuola Elementare. Sarebbe fondamentale per prevenire lo stalking una corretta educazione all’amore e alla fine di un amore fornendo strategie per superare il trauma dell’abbandono.Perché si verificano episodi di violenza sulle donne principalmente?
Come abbiamo scritto sopra, è mancata un’educazione ad accettare la fine di un amore. Quando un matrimonio o in generale un legame si conclude, c’è quasi sempre qualcuno che soffre. Il senso di colpa, così diffuso nella nostra cultura, spinge uno ad accusare l’altro aumentando la sofferenza. In realtà un amore può finire senza che necessariamente debba esserci un colpevole.Per prevenire tutto ciò, bisognerebbe educare le persone a distinguere fra innamoramento e amore, a come far durare un rapporto nel tempo e a come lasciare nel modo corretto.
Sarebbe di aiuto chiedere un supporto psicologico per i figli nei casi di separazione. A Vicenza ci occupiamo da anni di mediazione e preparazione alla separazione con la collaborazione di legali sensibili al bene dei minori.
Nella parte riferita a seminari di consapevolezza si farà riferimento a tutto ciò.

LEAVE A COMMENT

theme by teslathemes